In primo piano

UNA FIRMA CHE VALE PER TRE - PROVINCIA DI TREVISO, COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO E AZIENDA ALTO TREVIGIANO SERVIZI INSIEME

Il 22 maggio scorso è stato sottoscritto l’Accordo di Programma tra la Provincia di Treviso, il Comune di Castelfranco Veneto…

Leggi tutto..

LA RETE FOGNARIA IN VIA ISONZO A TREVISO

Il Presidente e l’Amministratore Delegato di ATS rimangono sbalorditi di fronte alle dichiarazioni del prof. Paolo Pavan che ha voluto…

Leggi tutto..

CHIUSURA SPORTELLO DI TREVISO, VENERDÌ 12 MAGGIO 2017

Alto Trevigiano Servizi Srl informa i clienti che in data 12 Maggio 2017 lo sportello di Treviso rimarrà chiuso vista…

Leggi tutto..

90ª ADUNATA NAZIONALE ALPINI L’ADUNATA DEL PIAVE ALLACCIAMENTI ALLA RETE ACQUEDOTTO

Si informa che Alto Trevigiano Servizi, a seguito degli accordi con il Comitato Organizzatore dell’Adunata del Piave che si terrà…

Leggi tutto..

SERVIZI INTEGRATI E INNOVAZIONE, LE UTILITIES DI MARCA FANNO SQUADRA PER PROGETTARE IL FUTURO DEL TERRITORIO

Il 6 aprile 2017 è stato siglato un protocollo di intesa fra le utilities trevigiane: Alto Trevigiano Servizi, Ascotrade, Contarina,…

Leggi tutto..

CONCORSO FOTOGRAFICO A PREMI SUL TEMA “ACQUA PROTAGONISTA”

Questo è il tema prescelto dai soci di Viveracqua e quindi anche da Alto Trevigiano Servizi per questa prima edizione…

Leggi tutto..

SITUAZIONE IDRICA NEL TERRITORIO DI ATS

A seguito delle manovre fatte in questi giorni la situazione idrica di approvvigionamento nel territorio gestito da ATS si è…

Leggi tutto..

SITUAZIONE EMERGENZA IDRICA A SEGUITO DI CARENZA D’ACQUA

In considerazione del perdurare del grave stato di siccità e della riduzione della fornitura d’acqua da parte del territorio bellunese…

Leggi tutto..

ALTIVOLE: SOSPENSIONE EROGAZIONE ACQUA

Alto Trevigiano Servizi informa i cittadini che a seguito dei lavori di manutenzione straordinaria al nodo idraulico di adduzione del…

Leggi tutto..

 

 

SMART-Plant



taletino

Il Presidente e l’Amministratore Delegato di ATS rimangono sbalorditi di fronte alle dichiarazioni del prof. Paolo Pavan che ha voluto apparire sui giornali criticando l’Amministrazione Comunale di Treviso e l’operato di Alto Trevigiano Servizi per i continui miasmi che interesserebbero l’area di Via Isonzo. "Comprendere l’attacco del professor Pavan - precisa il Presidente di ATS Baratto Raffaele - risulta assai difficile: il professore – cui ATS ha affidato degli incarichi attraverso una convenzione con l’università Ca’ Foscari e offerto ospitalità in una palazzina appena restaurata all’interno del depuratore di Treviso - dovrebbe ben conoscere l’operato dell’ATS che ha improntato un importante piano di investimenti sia sotto l’aspetto fognario che acquedottistico che spazia su tutto l’ampio territorio trevigiano e nello specifico – continua Baratto Raffaele - ha contatti quasi quotidiani con l’Amministrazione Comunale di Treviso che si è sempre dimostrata collaborativa e in maniera professionale e competente si rapporta costantemente con i tecnici dell’ATS per risolvere le questioni sul territorio. Rimango del tutto sbalordito nell’apprendere che il professor Pavan polemizzi su problemi che lui stesso sa essere al vaglio dell’Amministrazione Comunale e dell’ATS per il bene della comunità e nello specifico dei cittadini di Via Isonzo".

"L’area di via Isonzo – prosegue l’Amministratore Delegato Pierpaolo Florian – non rientrava tra le priorità di investimento di Alto Trevigiano Servizi date le problematiche ambientali connesse alla scarsa densità abitativa rispetto ad altre aree del territorio comunale di Treviso molto più densamente popolate e bisognose di interventi molto più urgenti. ATS ha in programma di investire almeno 2,5 milioni di € nel potenziamento della rete fognaria delle aree periferiche oggetto di attenzione da parte dell’amministrazione comunale".

"L’operato di ATS – prosegue il Presidente Baratto - è sempre stato trasparente e ha come obiettivo primario la collaborazione con le realtà territoriali ed amministrative per trovare nel più breve tempo possibile delle soluzioni per i 53 Comuni del territorio gestito collaborando in primis proprio con il mondo universitario. Spesso limitarsi a polemizzare non porta a soluzioni concrete e denigrare l’operato di un organismo col quale si collabora e che ben si conosce, lascia il tempo che trova. Forse sarebbe meglio impiegare le proprie competenza nell’indicazione di soluzioni efficaci anziché sprecare tempo in polemiche sterili che, sicuramente, non assisteranno i nostri concittadini e non semplificheranno il nostro lavoro!"