Mission e Vision


ATS è pubblica, etica e trasparente

 

Come deciso dall’Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale “Veneto Orientale”, Alto Trevigiano Servizi srl ha la gestione “IN HOUSE PROVIDING” del servizio idrico integrato nel territorio “destra Piave”.

 

ambienteLa gestione in “house” significa affidare ad un'unica Società, partecipata dalle sole Amministrazioni Pubbliche, la gestione del servizio idrico integrato dell’acqua, garantendo il servizio in efficienza, efficacia ed economicità, gestendo le fonti, la distribuzione dell’acqua potabile, le linee di fognatura e gli impianti di depurazione fino alla scarico delle stesse.


L’organo di controllo è il Consiglio di Bacino Veneto Orientale che si occupa della convenzione del servizio, dei regolamenti del servizio idrico e fognario, della carta del servizio a garanzia dei cittadini, oltre al calcolo della Tariffa.

 

 

ATS, vista la sua natura pubblica, ha come obiettivo: 

 

  • Gestire e sviluppare il servizio idrico integrato nei 53 Comuni Soci, in osservanza della convenzione con l'ATO Veneto Orientale;
  • Migliorare costantemente la qualità del servizio idrico integrato;
  • Razionalizzare la gestione della risorsa idrica;
  • Distribuire acqua potabile di qualità;
  • Intercettare tutta l'acqua di scarico e depurarla;
  • Ridurre gli scarichi incontrollati e aumentare l'attenzione collettiva per l'ambiente;
  • Introdurre sistemi di recupero energetico;
  • Conseguire gli obiettivi secondo criteri di efficienza, efficacia ed economicità.

 

Alto Trevigiano Servizi si impegna per assicurare condizioni di trasparenza e correttezza nella conduzione dell'azienda.

Per questo ha adottato un Modello di prevenzione dei comportamenti illeciti da parte dei propri amministratori, dipendenti, rappresentanti e partner.

Il Modello è stato adottato nella convinzione che possa essere un valido strumento di sensibilizzazione per tutti coloro che operano in nome e per conto di Alto Trevigiano Servizi, affinché tengano comportamenti corretti e lineari nello svolgimento delle proprie attività, prevenendo il rischio di commissione dei reati.
Il Codice Etico di comportamento attualmente in vigore è parte integrante del Modello 231.